• Scegli una categoria

    Chiese
    Fontane
    Porte
    Hotel
    Ristoranti
    Altro

Descrizione

Si può ben dire che sia nato con la città: se a L’Aquila si pensa a piazza Duomo non si può farlo se non vedendola piena di banchi e bancarelle di commercianti ambulanti. Dal 1303 è documentato, nella piazza principale della nostra città, il Mercato.

L’unico mercato ambulante in Italia presente ogni giorno, per oltre 700 anni, in una delle piazze più grandi del paese. Quasi un ettaro di mercanzie esposte: frutta e verdura soprattutto; il chioschetto con le uova fresche; il venerdì i banchi del pesce. E poi la biancheria, i prodotti per la casa, e sotto il Duomo di San Massimo il rame che splendeva con i raggi del sole. Al centro, invece, la sfilata delle “contadine”, che pesavano al volo con la stadera i prodotti della loro terra. E mai sotto al chilo, che non potevano mica riportare indietro la merce!

Il cuore religioso della città è sempre stato anche il suo centro commerciale, all’aperto. Persino con la neve e le gelate dei veri inverni aquilani. Un tempo (dal 1400 al 1920), di fianco alla Chiesa delle Anime Sante, sulla piazza si affacciavano anche le Cancelle. Erano botteghe artigiane, con due aperture sfalsate: una utilizzata come vetrina, l’altra come ingresso. Furono smantellate, pietra su pietra, per far spazio all’edificio liberty delle Poste centrali, e collocate alle sue spalle, dove sono ancora ben visibili. E dove, fino alla fine del ‘700, hanno ospitato il mercato del pesce.

Come per molti dei luoghi dell’Aquila e per molte delle sue più radicate tradizioni, anche il Mercato cittadino ha cambiato la sua secolare collocazione, dopo il sisma del 2009. Da giugno del 2012 le bancarelle si sono spostate nell’area di Piazza D’Armi, e col tempo è anche cambiata la composizione del mercato. Meno banchi, una percentuale crescente di vendita d’abbigliamento ed accessori, con una netta diminuzione dalla presenza di venditori di frutta e verdura. Le contadine? Qualcuna ancora si avventura fino a questo spazio anonimo, ma non più di due o tre.

Qualche volta, in questi anni, si è tentato l’esperimento di riportare eccezionalmente il Mercato nel cuore della città, in Piazza. Ma sicuramente per molto tempo (forse definitivamente) è a piazza d’Armi che ogni giorno – domeniche escluse – si rinnova il più antico rito del commercio in città.

Galleria

Il Mercato
il Mercato di piazza d'Armi
il Mercato Piazza d'Armi
Una sorta di prova generale
Piazza d'Armi
piazza d'Armi
Mercato

Laquilaadvisor.com utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza all’utente per maggiori informazioni clicca qui